Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Immatricolazione Universita’ per gli studenti stranieri. Anno accademico 2017-2018. Pubblicazione dei calendari e avvio apertura pre-iscrizioni

Si segnala che agli indirizzi www.universitaly.it e www.studiare-in-italia.it/studentistranieri sono state pubblicate le procedure e tutti i moduli necessari per l’accesso degli studenti stranieri ai corsi universitari per l’anno accademico 2017/2018.
Le date utili per le pre-iscrizioni, sono dal 20 marzo al 21 luglio 2017.
La formale domanda di accesso ai corsi di laurea e laurea magistrale degli studenti stranieri non appartenenti all’UE, residenti all’estero, dovra’ aver luogo attraverso una preventiva procedura di pre-iscrizione universitaria, che precede la successiva fase di immatricolazione.
DOMANDA DI PREISCRIZIONE PER STUDENTI INTERESSATI AI CORSI DI LAUREA O DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO – Documenti da allegare
Gli studenti producono alla Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza la domanda in originale, secondo il Modello A/Form A (versione in lingua inglese), in duplice copia;
titolo finale in originale degli studi secondari, conseguito con almeno 12 anni di scolarità, oppure certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge, corredato da Dichiarazione di valore, sempre necessaria ai fini dell’eventuale rilascio del visto;
certificato attestante il superamento dell’eventuale prova di idoneità accademica eventualmente prevista per l’accesso all’Università del Paese di provenienza (Selectividad in Spagna, Prova de Aferiçao o Prova Geral de Acesso ao Ensino Superior in Portogallo, ecc..);
due fotografie (di cui una autenticata dalla Rappresentanza italiana competente per territorio).
DOMANDA DI PREISCRIZIONE PER STUDENTI INTERESSATI AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE NON A CICLO UNICO – Documenti da allegare
Gli studenti producono alla Rappresentanza italiana nel Paese di provenienza la domanda di preiscrizione in originale, secondo il Modello A/FormA (versione in lingua inglese), in duplice copia;
titolo di studio conseguito presso una Università o titolo post-secondario conseguito in un Istituto Superiore non universitario che consenta in loco il proseguimento degli studi presso istituzioni accademiche nel livello successivo, corredato da Dichiarazione di valore, sempre necessaria ai fini dell’eventuale rilascio del visto;
certificato rilasciato dalla competente Università attestante gli esami superati, nonché per ogni disciplina, i programmi dettagliati per il conseguimento dei titoli predetti. Lo studente può verificare al momento della pubblicazione dei posti che ciascun Ateneo riserva per i singoli corsi di laurea, se e per quali lingue straniere sia o meno esonerato dal tradurre tale certificato. Gli studi post secondari (esami e crediti) già compiuti possono essere attestati dal “Diploma Supplement”, ove adottato;
due fotografie (di cui una autenticata dalla Rappresentanza italiana competente per territorio).
Una volta completata la preiscrizione, tutti gli studenti dovranno chiedere alla rappresentanza diplomatico consolare italiana del Paese di residenza il visto per studio/immatricolazione università.
Il rilascio del visto per STUDIO per “immatricolazione università” può essere concesso solo per l’immatricolazione ad un corso di laurea e di laurea magistrale ed in nessun caso è previsto il rilascio di tale visto in favore di stranieri iscritti ad anni accademici successivi a quello di immatricolazione
Per ottenere il visto d’ingresso per motivi di STUDIO per Immatricolazione Università (tipo D “nazionale”) e, successivamente, del permesso di soggiorno, lo studente straniero deve dimostrare il possesso dei seguenti requisiti:
Mezzi economici di sussistenza per il soggiorno previsto. Tali mezzi sono quantificati nell’importo di euro 448,07 al mese, pari ad euro 5.824,91 annuali (Circolare n. 8, avente per oggetto “Rinnovo delle pensioni e delle prestazioni assistenziali per l’anno 2017”, diramata dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, il 17 gennaio 2017, con la quale, al punto 2.1 sono stati resi noti i valori del “assegno sociale”) per ogni mese di durata dell’anno accademico. La disponibilità in Italia di tali mezzi di sostentamento deve essere comprovata mediante garanzie economiche personali o dei genitori, o fornite da Istituzioni ed Enti italiani di accertato credito, comprese le Università, da Governi locali, da Istituzioni ed Enti stranieri considerati affidabili dalla Rappresentanza diplomatica italiana; non può essere dimostrata attraverso l’esibizione di una fidejussione bancaria, o di una polizza fideiussoria, ne’ di denaro contante o garanzie fornite da terze persone.
La disponibilità della somma occorrente per il rimpatrio, comprovabile anche con l’esibizione del biglietto di ritorno.
Un idoneo alloggio nel territorio nazionale;
Un’adeguata copertura assicurativa, per cure mediche e ricoveri ospedalieri (art. 39 c.3 T.U. n.286/1998 e Direttiva 01.03.2000 del Ministero dell’Interno), di cui lo studente dovrà dimostrare il possesso, all’atto della richiesta del permesso di soggiorno;
Dichiarazione di valore sulla validità locale del titolo di studio ai fini dell’accesso agli studiuniversitari (ex art.46 c.6 del DPR 334/99) rilasciata dalla competente rappresentanza diplomatico- consolare italiana.
Adempimenti al momento dell’arrivo in Italia
Entro otto giorni dall’arrivo in Italia con un visto tipo D “nazionale” per STUDIO (Immatricolazione Università) i candidati devono inoltrare la richiesta di permesso di soggiorno per STUDIO (Università) alla Questura competente della città in cui intendono stabilire la propria dimora.
Si ricorda che per presentare la domanda di visto occorrre chiedere un appuntamento attraverso le seguenti mail: consolato.guatemala@esteri.it oppure consolato2.guatemala@esteri.it